8 (e più) modi per passare una serata in relax con MIDA



Il liquore che contiene SOLO il più aromatico e pregiato zafferano prodotto in Italia… dalle proprietà digestive scientificamente dimostrate [1]

IN EDIZIONE LIMITATA

MIDA è il solo liquore allo zafferano con:

  • La concentrazione più aromatica e pregiata in Italia delle 3 componenti principali dello zafferano
  • 100% di zafferano sardo e nient’altro 
  • Zafferano sardo di 1° categoria dalle proprietà digestive apprezzate fin dai tempi antichi e comprovate oggi da molti studi scientifici [1] [3]

Caro amico,

mi chiamo Mario Sarritzu e fino a qualche anno fa…

… i liquori digestivi non mi facevano affatto digerire.

Ero abituato, come da tradizione di famiglia, a non perdermi il rito del fine pasto con un bicchierino di liquore. Che fosse un pranzo domenicale o una serata con amici e parenti, dopo il caffè ci rilassavamo gustandoci digestivo e chiacchierate.

Tuttavia, con il tempo mi sono reso conto che i soliti liquori mi creavano dei problemi.

Mal di testa, pesantezza, fatica ad addormentarmi. La sensazione era quella di un’abbuffata, quando invece mangiavo gli stessi cibi di sempre.

Ho cominciato ad interrogarmi sui digestivi che stavo consumando, e se fossero loro la causa dei miei disturbi. 

“Come mai li chiamano digestivi, se invece sono delle granate che mi esplodono nello stomaco, facendomi sentire come se avessi ingoiato un porceddu intero?” mi chiedevo.

Ho deciso di approfondire la questione e ho scoperto che la maggior parte dei digestivi sono in realtà un concentrato di zuccheri e alcol, che di digestivo hanno ben poco. 

Esistono liquori che favoriscono davvero il processo di digestione, ma devono possedere determinate caratteristiche, una delle quali è la presenza di ingredienti puri che contengono in sé comprovate proprietà digestive. La qualità e la percentuale di alcol fanno il resto. 

Da qualche anno coltivavo zafferano nelle terre che erano state di proprietà di mio nonno a Iglesias, nel Sud della Sardegna. Dopo il lavoro, ho studiato per ore tutto ciò che trovavo sullo zafferano, finché mi sono imbattuto in alcune ricerche scientifiche, delle quali ti parlerò a breve. 

Ebbene, queste ricerche affermavano che lo zafferano, oltre ad essere la spezia più pregiata al mondo, possiede un alto valore digestivo.

Così, nel 2018, ho deciso di utilizzare lo zafferano per un liquore che fosse davvero digestivo.

Memore di quanto avevo imparato, ho unito solo zafferano e alcol di cereali, per evitare l’ennesima – inutile - bomba calorica.

Si dice che non tutte le ciambelle escano col buco, e i miei primi tentativi sono stati un fallimento.

Oggi, però, sono fiero di non essermi arreso alle mille difficoltà…

… e di aver continuato ad insistere per ottenere MIDA.

MIDA, come il re della mitologia che trasformava in oro tutto ciò che toccava. 

Potresti chiederti perché gli ho dato un nome così importante.

Se vorrai seguirmi in questo viaggio te lo svelerò, ma per prima cosa lasciami ribadire che…

Lo zafferano possiede proprietà digestive apprezzate fin dai tempi antichi e comprovate oggi anche da SMU Medical Journal [1

I tre componenti principali dello zafferano sono la crocina, che rende lo zafferano di un bel colore rosso scuro, il safranale, che gli fa sprigionare il suo aroma inconfondibile e la pirocrocina.

La pirocrocina è responsabile del sapore amarognolo dello zafferano. La sua presenza può arrivare a costituire il 26% dell’estratto secco ottenuto dalla lavorazione dei fiori.

Ma cosa c’entra il sapore amarognolo dello zafferano, dovuto alla pirocrocina, con le sue proprietà digestive? 

La pirocrocina è stata oggetto di studi scientifici in tutto il mondo.

In particolare, voglio parlarti della Sikkim Manipal University (SMU) in India.

Sul suo Medical Journal, questa importante Università ha pubblicato, nel gennaio 2015, uno studio scientifico approfondito dal titolo evocativo:

Fitochimica e Farmacologia dello Zafferano, la più preziosa fonte naturale di colore, sapore e medicina [1]

Eccone un breve passaggio: “Da secoli, si ritiene che lo zafferano abbia un gran numero di proprietà terapeutiche… Nella medicina popolare e nel sistema di benessere Ayuverdico, lo zafferano è utilizzato come tonico, sedativo e stimolante dello stomaco…”

Secondo lo studio, però, anche la scienza moderna attribuisce al sapore amarognolo della pirocrocina ottime proprietà digestive.

In altre parole, i sapori amari favoriscono la secrezione salivare e facilitano la digestione. 

Ma è l’insieme delle tre molecole principali che permette allo zafferano di avere proprietà digestive.

Un punto di vista condiviso anche da molti medici…

Infatti, il dottor Ottavio Iommelli, direttore del Dipartimento di Fitoterapia dell’Ospedale San Paolo di Napoli, commenta così la presenza dello zafferano nei liquori digestivi: 

“Grazie ai suoi aromi naturali, ai pigmenti e ai numerosi principi attivi, questa spezia ha una notevole azione stimolante sull’apparato digerente. Lo zafferano entra immediatamente in circolo aumentando la secrezione della bile e dei succhi gastrici e quindi facilitando la digestione”. [2]

Inoltre, l’OMS ha dedicato allo zafferano la monografia delle piante medicinali “Stigma Crocis”, in cui ne descrive le proprietà biologiche e medicamentose, tra le quali quella digestiva. [3]

Perciò, se lo zafferano ha proprietà digestive, quale miglior ingrediente dello zafferano sardo per MIDA? 

Forse non sapevi che…

Lo zafferano SARDO è lo zafferano più aromatico e pregiato in Italia 

Lo zafferano è la spezia più preziosa al mondo, come conferma l’ANSA. [4]

Questo significa che è anche la più costosa… 

Nella mia esperienza di coltivatore diretto, posso dirti che, al dettaglio, quello più pregiato può arrivare a costare fino a 32 euro al grammo.

Ovvero, fino a 32.000 euro al chilo! [5]

Non per nulla, lo zafferano è conosciuto anche come “oro rosso”… 

In pratica, un grammo di zafferano costa come un grammo di oro!

Questo per quanto riguarda lo zafferano in generale…

… e quello sardo di cui il liquore MIDA è composto al 100%?

In Sardegna, coltiviamo questa spezia da centinaia di anni… 

Pensa che la prima testimonianza scritta riguardante lo zafferano in terra sarda è datata 1317 D.C, con un documento in cui il porto di Cagliari stabilisce le regole per la sua esportazione in terraferma. [6]

Da secoli, le stesse mansioni si ripetono allo stesso modo, stagione dopo stagione. 

 

Il metodo di coltivazione e raccolta dello zafferano in Sardegna è rimasto invariato

si lavora interamente a mano con grande dispendio di manodopera

fiorisce solo una volta all'anno, in autunno, per due settimane

per ottenere un grammo di spezia occorrono dai 150 ai 180 fiori

dai fiori raccolti vengono separati i tre stimmi rossi che, per essere utilizzati e conservati, vengono essiccati perdendo due terzi del loro peso

l’essicazione avviene entro 12 ore dalla raccolta, e ciò garantisce la qualità del prodotto finale

Ecco le ragioni che giustificano il suo alto costo.

Con questo stesso metodo anche io estraggo ogni anno l’oro rosso… di Sardegna!

Ed è il motivo per cui ho chiamato il mio liquore digestivo MIDA, come il re mitologico che trasformava in oro tutto ciò che toccava. 

Purtroppo, anche se lo zafferano fa parte della cultura alimentare sarda da secoli, non è mai stato valorizzato. 

Quando racconto ai miei clienti della Lombardia che la Sardegna è al primo posto tra le regioni italiane per produzione e per qualità si dicono meravigliati, perché è un fatto che pochi conoscono. [7] [8]

Eppure, lo zafferano sardo contiene la maggiore quantità di componente aromatica, rispetto alle altre coltivazioni italiane. [9]

Come lo sappiamo? Lascia che ti mostri la composizione dello zafferano.

Immagina di essere un inventore di miscele che vuole estrarre dal fiore di zafferano il segreto per la sua prossima formula. Questo è ciò che scopriresti.

Ho già accennato che lo zafferano è composto da tra elementi principali:

1. La crocina (responsabile del colore) 

2. La picocrocina (responsabile del sapore)

3. Il safranale (responsabile dell’aroma)

Combinazioni diverse di questi tre elementi dello zafferano ne determinano anche la qualità.

Molti studi scientifici confermano che il contenuto di tutti e tre gli elementi, nello zafferano coltivato nel Sud della Sardegna, e quindi nel mio, risulta superiore a quello coltivato in altre regioni italiane. 

Basti dire che con un solo grammo di zafferano sardo si possono condire 40 piatti di riso! [10]

E il suo valore è ben spiegato nel Libro Bianco dello Zafferano, scritto nel 2006 con il contributo dei maggiori consorzi produttori di Italia, Spagna e Grecia e sostenuto dall'Unione Europea. [11]

Ma sai qual è il segreto che rende il mio liquore diverso da tutti gli altri liquori allo zafferano sardo? Lo zafferano è l’unico ingrediente di MIDA oltre l’alcol di cereali.

Cosa significa questo per te?  

Che sentirai solo ed esclusivamente il gusto superbo dello zafferano sardo e nient’altro.                                                                                                                                            

Alcuni produttori di liquori aggiungono miele per addolcire, ma questo accade quando non si riesce a bilanciare l’equilibrio degli ingredienti.

Altri, aggiungono miscele di spezie (tra cui finocchio ed erbe aromatiche)…

Addirittura qualcuno inserisce lo zafferano tra le spezie presenti nel liquore e lo chiama “liquore allo zafferano”…

La realtà è che in tutti questi casi berrai un liquore “aromatizzato” allo zafferano. E non un liquore allo zafferano.

Inoltre, dal momento che sono un agricoltore piuttosto puntiglioso…

Per essere del tutto sicuro sulla qualità del mio zafferano, ogni anno faccio anche analizzare la sua composizione…


E il mio zafferano è sempre di 1° Categoria, la più alta per gli standard qualitativi

Voglio quindi rispondere all’ultima e più importante domanda…

Perché scegliere proprio MIDA?

Perché solo così potrai assaporare il gusto vero dello zafferano nel tuo liquore digestivo, e trascorrere una serata in piacevole relax senza appesantirti…

MIDA è il solo liquore allo zafferano con:

La concentrazione più aromatica e pregiata in Italia delle 3 componenti principali dello zafferano

100% di zafferano sardo e nient’altro 

Zafferano sardo di 1° categoria

 

Questo significa che MIDA non è un liquore aromatizzato allo zafferano. Significa che quando assaggerai MIDA non sentirai il gusto del finocchio, dell’aneto, dell’anice stellato, dei chiodi di garofano o di qualsiasi altra spezia. Non ti sembrerà di percepire miele al palato. 

L’unico sapore che le tue papille gustative riconosceranno sarà quello dello zafferano che si fonde con l’alcol di cereali (una miscela di acqua, alcol e zucchero).

E oggi, potrai accompagnare MIDA ad un piatto della tradizione sarda o utilizzarlo per preparare fantastici cocktail dei quali tu soltanto avrai la ricetta.

Infatti, due sono i regali che voglio farti e che scoprirai quando aprirai il pacco che ti consegnerò a casa.